14/12/09: DEEP PURPLE: DOPO IL SOLD OUT NELLA CAPITALE CONTINUA IL TOUR

 Un vero tripudio: i DEEP PURPLE mancavano da Roma da diversi anni e la Capitale non era stata ancora inclusa nel “Rapture of the Deep Tour” che imperversa nel Mondo ormai da 4 anni. La sete dei fans romani per la musica di Gillan, Morse, Glover, Paice ed Airey era fortissima, tanto quanto il boato che ha accompagnato gran parte dello show. La scaletta ormai collaudata, sebbene priva di sorprese, vive sempre delle grandi capacità di improvvisazione dei 5 protagonisti e ogni canzone assume sempre sfumature differenti, da “Highway Star” passando per “Perfect Stranger”, “Smoke on the Water”, “Strange kind of woman” fino alle conclusive “Hush” e “Black night”.
Ancora una volta il pubblico di Deep Purple si presenta quanto mai variegato: padri e figli, uomini e donne di ogni età. La band inglese è ora più che mai la vera icona dell’hard rock mondiale.
Per i più curiosi, la trasferta romana dei nostri eroi si è conclusa con la presenza della band al concerto dell’amico Joe Bonamassa all’Auditorium Parco della Musica. Il chitarrista americano ha ringraziato “i padri ispiratori” regalando qua e là citazioni d’autore (“Perfect Strangers” e “Black Night”) per il divertimento e l’emozione del numeroso pubblico.
Il tour prosegue questa sera a Perugia per poi toccare Milano e Bologna il 15 e 16 Dicembre.
Special guest anche per le ultime tappe un Maurizio Solieri in grande spolvero, impegnato nel suo nuovo progetto decisamente “hard” e ben accolto da un’ audience attenta.