21/2/08: A LEZIONE DAI TOWER OF POWER

Groove, tecnica, divertimento e Musica, quella con la M maiuscola: questi gli ingredienti della serata targata Tower of Power, andata in scena ieri sera, 20 Febbraio, al Rolling Stone di MIlano. L’unica tappa italiana della mitica formazione funky americana è stata un successo di musica e pubblico con il locale milanese gremito e pochi biglietti al sold out. L’urlo del Rolling che ha accompagnato tutto lo show la dice lunga sullo stato di forma dei dieci musicisti. Con una scaletta impeccabile, che ha sempre tenuto alto il ritmo dell’esibizione, il battesimo italiano del nuovo frontman Larry Braggs è avvenuto nel migliore dei modi. I Tower of Power ancora si divertono, sono musicisti straordinari ed entertainers d’annata. Emilio Castillo, da grande leader, colui che ha fondato quarant’anni fa quello che oggi è il mito del funk mondiale, trascina la band con il suo carisma. C’è grande attesa anche per rivedere una tra le sezioni ritmiche migliori al mondo. Il duo italo-americano composto da Francis Rocco Prestia (basso) e David Garibaldi (batteria) viene accolto con un’autentica ovazione, così come il "New Orleans looking" Stephen Kupka (sax baritono), grandioso nei suoi movimenti. Uno spettacolo nello spettacolo vedere questi fenomeni ballare a ritmo del loro funk unico.
Come annunciato, c’è spazio per il duetto con Mario Biondi: il crooner italiano sale sul palco e si inchina dinnanzi al mito, anche per lui un’emozione unica che viene cantata sulla note di ‘Hard’.
La band quindi regala due bis preceduti da un boato di pura energia e profondo godimento da parte dei 1.400 in sala.
Con ‘Knock Yourself’ si chiude una performace incredibile:Keep on funkin’

La scaletta:
We came
Soul S
Main Nerve
Just Enough
Real
Oil
Surely
Stroke 75
Ain’t Noyhing/Fun
Feet J.B.
Night Club
Hard
Hip

Young/Knock yourself

Foto di FABIO SALMOIRAGO (Karma Studio)

www.towerofpower.com